Pubblicato da: Fausto Piccinini | 2 agosto 2010

Balboni bolla Santi come polemico.

Ci risiamo. Avere una opinione diversa da quella del Palazzo (in questo caso il C.R.E.R.) vieni bollato come polemico. Questa, in sintesi, la risposta di Davide Balboni alla lettera aperta di Claudio Santi che definiva l’attuale ciclismo giovanile come forma esasperata di agonismo.

Per estrema correttezza riporto qui sotto la risposta del Presidente Balboni pubblicata sul sito del C.R.E.R.

Caro Claudio,

leggo con sorpresa sul quotidiano Libertà di oggi , 27/07/2010, a pagina 40, un articolo a firma di Paolo Gentilotti che titola con un ultimatum: “Niente esasperazioni, o chiudo tutto”. Inizia con la Tua lettera, da me ricevuta in data 26/07/2010 ed evidentemente aperta, dove ti presenti come “coordinatore del velodromo di Fiorenzuola da parte della proprietà Comune di Fiorenzuola”.
Caro Claudio, non possiamo accettare le accuse contenute nell’articolo . Non possiamo accettare che nostre società ed i nostri atleti siano accusati di essere ne’ civili ne’ sportivi: di certo non si sono mai verificate forme di fanatismo o “mancanza di rispetto della proprietà e dell’impegno degli organizzatori” : se in qualche occasione fosse mai accaduta o se avverranno mancanze di rispetto della proprietà da parte delle nostre società e dei nostri atleti, rassicuriamo su un nostro conseguente pronto intervento. Ma siamo certi che queste esasperazioni non appartengono all’educazione del nostro movimento sportivo.
La Federazione Ciclistica e le sue società conoscono bene il valore di un impianto come il Velodromo di Fiorenzuola! Quanto ai “giovani che corrono così numerosi e con la bava alla bocca”, non capiamo a quali gare hai assistito e respingiamo queste inesatte osservazioni sul nostro mondo.
Caro Claudio, noi siamo orgogliosi che la pista di Fiorenzuola ospiti manifestazioni di così’ alto livello; con lo stesso spirito ci auguriamo che la Vostra organizzazione accolga i tesserati della nostra famiglia con altrettanta simpatia per far fare attività a giovani desiderosi di pedalare, lontano da polemiche inutili.
Oggi iniziano i campionati regionali e sinceramente non capiamo l’utilità di certe esternazioni: questo Comitato si e’ sempre dimostrato disponibile al dialogo, lasciando la porta aperta a chiunque voglia
apportare nuove idee promozionali ed iniziative.
Caro Claudio, nell’articolo apparso il 27/7/2010 , il redattore chiede ai lettori: “Qualcuno ha risposto? Certo che no”. La Tua e’ stata ricevuta in data 26/07/2010: lascio a Te ogni considerazione in merito.
Con la certezza che questo episodio non andrà a turbare lo spirito dei Campionati Regionali Emiliano Romagnoli su pista, in programma dal 27 al 29 luglio sul Velodromo di Fiorenzuola, con l’augurio che possano essere tre giornate di festa, cogliamo l’occasione per porgere i nostri più cortesi saluti

Presidente del CRER
Davide Balboni
e il Consiglio Regionale tutto

Capisco che nel suo ruolo, il Presidente Balboni, si sia sentito in dovere di difendere le sue Società Ciclistiche ed il mondo del ciclismo giovanile ma, anche la A.S.D. Florentia è una Società della F.C.I., e allora perché il suo Presidente non è libero di esprimere una opinione diversa?

Opinione non polemica, caro Davide! In questi anni dovresti aver capito che le persone hanno le loro opinioni e che hanno il diritto di esternarle pubblicamente! E ora di finirla di definire polemici tutti quelli che la pensano in modo diverso da te! Altrimenti dovresti definire polemico anche un tuo caro collaboratore che, all’interno del forum sul sito del C.R.E.R., ha espresso le stesse cose scritte da Santi.

Il ciclismo giovanile, e faccio un distinguo di categorie, parlando di giovanile io intendo le categorie Giovanissimi, Esordienti e Allievi, è ammalato di agonismo, protagonismo, esaltazione e mancanza assoluta di cultura sportiva. Non tocca a me definire di chi è la responsabilità dello stato attuale delle cose (anche se ho più volte denunciato il problema dalle colonne di questo blog e sui giornali locali) ma il solo pensare che un giovane tesserato possa mandare a quel paese, attraverso l’uso di un social network come Facebook, un Presidente di giuria per averlo retrocesso durante una manifestazione e su pista, lascia ampiamente capire a che punto è giunto il ciclismo giovanile.

Certo, il degrado è insito nella nostra società, ma i nostri dirigenti che esempio danno ai giovani? Quello di rifiutare un Presidente di giuria solo perché non gradito?

Caro Davide, forse dovresti ascoltare di più qualche voce non allineata con il tuo pensiero e fare tesoro di chi esprime le proprie opinioni solo per amore del ciclismo e non per interesse personale.

Annunci

Responses

  1. forse ….
    http://www.federciclismo.it/it/album/auguri-dalla-federazione-ciclistica-italiana/30217/

  2. Caro Sig. Gino
    Come vede, il suo commento è stato approvato pur anche se lei non si è firmato.
    Questo per dar spunto a me di poter spiegare le cose a Lei, anche se non la conosco mentre forse Lei conosce me visto quanto sostiene.
    Inizio con il sottolineare che il suo commento poco ha a che fare con il post in oggetto, ove si solleva un problema etico legato al ciclismo giovanile e non certo un problema Federale.
    Riguardo al mio pensiero personale su questa Federazione, lo esprimo senza timore, avendone fatto parte, a livello politico, per 8 anni (prima come Vice Presidente e poi come Presidente Provinciale di Reggio Emilia).
    Ho già avuto modo più volte di esternare la mia non condivisione, sul piano politico, di questa Federazione e, credo, ultimamente di non essere l’unico.
    Veniamo invece al piatto in cui, come dice lei, io mangio. Faccio parte del Servizio Radio Informazioni dal lontano 1998 ed in questi anni mi sono adoperato, come tanti altri miei colleghi, affinché questo servizio
    funzioni al meglio. La nostra diaria giornaliera ammonta alla bellezza di Euro 120 lordi, il che vuol dire un netto di 80-85 euro al dì a seconda delle diverse ritenute che il nostro beneamato Stato Italiano ci applica.
    Le spese di trasferta sono sempre da noi anticipate e, a volte, siamo costretti ad utilizzare i mezzi personali. Le faccio un esempio per meglio evidenziare la situazione: la trasferta per effettuare il servizio al Giro della Calabria ci costa
    più o meno 800-1000 euro (carburante, autostrada, vitto, alloggio, furgone per trasportare le moto etc.), soldi da noi personalmente anticipati che la Federazione ci rimborsa con un ritardo di 5-6 mesi, e la stessa cosa vale anche per le diarie!
    Lei provi a sommare le spese di trasferta per prestare servizio alle corse in Italia e mi dica, secondo Lei, di quanto, io, oggi sia in attesa di rientrare di soldi miei anticipati per conto della Federazione.
    Questo è il piatto dove Lei sostiene che io mangio.
    Per mia fortuna, negli anni, mi sono costruito, con il mio lavoro (e non con l’aiuto della F.C.I.), una piccola azienda informatica con la quale riesco a portare a casa il pane per sfamare mia moglie ed i miei figli.
    Concludo consigliandole di approfondire la conoscenza del gruppo di cui mi onoro di fare parte, e che offre, attraverso la F.C.I., il servizio radio informazione alle corse professionistiche italiane e forse riuscirà a capire
    che è la stessa Federazione che desidera, da alcuni anni, di disfarsi del servizio regalandolo alla (forse) nascitura Lega Ciclismo.
    Ora le pongo io una domanda: crede che sia per mio interesse personale dire che esiste un problema etico nel ciclismo giovanile, o che esiste un problema di doping esasperato nel mondo del ciclismo, o ancora che la attuale politica Federale non sia consona al mondo del Ciclismo?
    Dove starebbe il mio guadagno?
    Certo che Lei saprà darmi una risposta esaustiva, la saluto cordialmente sperando in una sua firma completa e di poterla conoscere personalmente per chiarirle ogni ulteriore suo dubbio.

  3. SIG PICCININI PROPRIO LEI PARLA DI INTERESSE PERSONALE, DAL MOMENTO CHE FA PARTE DELLO STAFF DI UN SERVIZIO RADIOCORSA DELLA FEDERAZIONE CICLISTICA E PER QUESTO E’ RETRIBUITO.
    SE LA FEDERAZIONE GLI FA COSI’ TANTO SCHIFO, PROPRIO LEI CHE ACCUSA I DIRIGENTI DI MUOVERSI PER INTERESSI PERSONALI, DOVREBBE AVERE IL CORAGGIO DI LASCIARE QUEL RUOLO E NON PRENDERE PIU’ SOLDI DALLA FEDERAZIONE…EVITEREBBE DI SPUTARE NEL PIATTO DOVE LEI MANGIA E NON ALTRI….

  4. Sinceramente le mie parole scritte su quella lettera apetrta, che tu hai avuto la gentilezza di pubblicare, sono molto chiare e non possono essere “gestite”. Non ho il potere di “bollare” nessuno. Tanto meno Claudio Santi, che tra l’altro è un ottimo amico. Il <vero senso lo ha descritto ottimamente Massimo. Questo significa che sull'argomento c'è grande interesse. E' da diverso tempo che in Regione si sta cercando, con la collaborazione di tutte le società, una risposta alla tua corretta domanda sulla esasperazione.L'importante è capire quale sia lo scopo da raggiungere. Uno scopo costruttivo oppure di semplice polemica. Molto semplice e lineare. Colgo l'occasione per ringraziare Santi, Bertolotti e tutti i loro collaboratori, per il grande impegno profuso nell'organizzare i campionati Regionali in pista. Un grazie sentito anche alle società che hanno voluto partecipare a questa manifestazione , dimostrando interesse verso una disciplina , la pista, che è al centro dell'interesse federale. Vorrei spendere anche un sentito ringraziamento al collegio di giuria che ha dimostrato competenza e grande senso di equilibrio.
    Davide Balboni

  5. quello che dici è giustissimo……ma se ti leggi la lettera ripeto entro nel merito della lettera…si parla di danneggiamenti o di comportamenti al di fuori dall’agonismo….ma atteggiamenti da orde barbare……uno che non è dentro il movimento ciclistico potrebbe pensare che nei velodromi il passatempo migliore non sia quello di pedare in bicicletta…ma di distruggere le strutture…io è questa la parte che condanno….sull’esasperazione e l’agonismo più volte ho espresso il mio parere e siccome so tu mi hai letto e spesso risposto…sai come la penso.

  6. Ciao Massimo
    Io non so se Santi, con quella lettera aperta, volesse lanciare un ultimatum.
    Non mi baso nemmeno sulle voci che insistono nel raccontare di una prima versione verbale del Presidente Balboni in appoggio a quanto detto (e scritto) da Santi semplicemente perché non l’ho udita con le mie orecchie.
    In quella lettera viene evidenziato un problema che, ritengo e credo, sia di fondamentale importanza per il futuro del ciclismo.
    A parole siamo in molti ad essere contro l’esasperazione agonistica nel ciclismo giovanile e nello sport in generale.
    A dar voce a questo problema, non solo ciclistico, proprio oggi, sul corriere-online c’è un articolo dal titolo “C’erano una volta le amichevoli: rissa tra il Brescia e i greci”.
    Qui non si parla più di sport ma di interessi e soldi; il problema dunque si aggrava quando si parla di giovani o ancor peggio quando i dirigenti fanno gli struzzi facendo finta di non vedere.

  7. Caro Fausto..vorrei riprendere il concetto che ho inoziato nel commento precedente sono daccordo con te quando tu dici che chi esprime un pinione diversa va assolutamente ascoltato …ma quanto scritto da Santi non è un opinione se lo leggiamo bene a me sembra un ULTIMATUM….e tocca solo marginalmente il fatto della correttezza sportiva
    o di essere come credo molti di noi contro l’agonismo esasperato va a cercare motivazioni come ” danni alle strutture di un impianto che la cittadinanza ci da in gestione” come se dovesse rivergersi ad un orda di barbari invece che uso le parole che ci sono nella lettera a “BAMBINI” che magari vogliono solo fare il loro sport preferito……io ripeto se fossi un lettore che non seguo le vicende ciclistiche ma una persona fra tanti al di fuori dell’ambiete ciclistico potrei immaginare uno scenario di questo tipo o chi frequenta i velodromi sono una sorta di UNNI che sfasciano tutto quello che trovano per strada oppure un atteggiamento al di fuori della manifestazione sportiva stessa comtro qualcuno o qualche cosa….
    Come sempre uso dire questo è il mio modestissimo parere e non assolutamente per difendere Balbone che credo non abbia assolutamente bisogno di me per farlo….solo per esprimere il mio pensiero


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: