Pubblicato da: Fausto Piccinini | 15 aprile 2008

Ma che fare!!??

I mali che affliggono il ciclismo giovanile sono molteplici. Occorre prima di tutto acquisire consapevolezza che la ricerca della vittoria è il male stesso. I Direttori Sportivi dovrebbero insegnare che la sconfitta, anche la piu’ maldestra, è un momento importante da cui imparare per il futuro; dovrebbero insegnare che l’aria in faccia è un bene non un male; dovrebbero insegnare che il ciclismo non è solo velocità ma anche destrezza nello stare in gruppo senza cadere. I genitori dovrebbero fare i genitori rispettando le società, pensare che lo sport è un momento di educazione, che non è importante avere figli campioni ma uomini che sapranno essere sempre all’altezza della situazione nella loro vita futura. I dirigenti dovrebbero suggerire agli sponsor di investire sulla educazione motoria piuttosto che sulle vittorie. I giornalisti dovrebbero mettere piu spesso in luce le situazioni di esasperato agonismo. Se si lavorasse tutti insieme con questi obbiettivi si riuscirebbe a costruire qualche cosa di valido per il ciclismo giovanile.

Annunci

Responses

  1. Reblogged this on giovanicampioni and commented:
    Per sottolineare i pensieri che ci accomunano nel mondo dello sport:


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: